L´Orto Botanico delle Cerbaie e del Padule di Bientina: una delle più belle aree naturalistiche della zona.

23-07-2011 14:46 -

Lo sanno bene i ragazzi delle oltre sessanta classi che in passato hanno visitato il sito ideato, curato e gestito dall´Ecoistituto delle Cerbaie e, ultimi, i ragazzi della seconda Media "Don Milani" di San Miniato Basso che hanno realizzato anche un Dvd sul bosco e la natura. Ultimi perché dopo di loro l´accesso è stato vietato per mancanza di requisiti di sicurezza. «E´ stata un´esperienza bellissima visitare l´Orto Botanico — spiega l´insegnante Silvana Chini
— anche alla fine dell´inverno quando i bambini hanno potuto vedere il bosco ancora infreddolito. Purtroppo non è stato possibile compiere la seconda uscita in primavera perché ci hanno detto che, dal mese di marzo, l´Orto sarebbe stato chiuso al pubblico per motivi di sicurezza ». Fino alla primavera scorsa l´Orto era visitabile grazie a precedenti
accordi tra Comune di Castelfranco e Corpo Forestale dello Stato di Lucca. E proprio dalle istituzioni arriva l´appello affinché l´Orto Botanico torni nuovamente aperto». «Speriamo che si possa arrivare quanto prima alla stipula della nuova convenzione e alla contestuale risoluzione dei legittimi problemi legati alla sicurezza— dichiara Cristian Pardossi, assessore all´Urbanistica di Castelfranco — e siamo oggi qui a sostenere l´idea della possibilità di fruire,
da parte della cittadinanza, di un bene tanto pregiato nel Sito di interesse comunitario delle Cerbaie». «Nell´area di Lagombroso e nell´Orto Botanico sono stati investiti, negli ultimi anni grazie al Polo Ambientale delle Cerbaie e del Padule di Bientina, quasi sessantamila euro per la realizzazione delle strutture presenti—aggiunge Giulia Deidda, assessore all´Ambiente di Santa Croce— e altre risorse sono a disposizione in Provincia. Ci auguriamo che il progetto di qualificazione dell´intera area possa avvenire in tempi celeri e sicuri.



Fonte: La Nazione - 10 Luglio 2011