20 Settembre 2017
immagine di testa


Gestione del Territorio

L´ANPIL dell´Alta Valle del Torrente Carfalo

Gestione Naturalistica
Salamandrina dagli occhiali
L´ANPIL "Alta valle del torrente Carfalo" si estende, per circa 220 ettari, in un territorio a spiccata naturalità fra San Vivaldo, La Sughera e Castelfalfi .
Qui, in un ambiente in prevalenza forestale, si conservano habitat naturali, specie vegetali e animali considerati d´interesse prioritario dalla Comunità Europea e dalla Regione Toscana e si rinviene un grado di diversità biologica altrove raramente riscontrabile.
Qui esiste ancora, nelle profondità abissali della valle, la foresta relitta di faggi e tassi, testimone di epoche preistoriche quando la Toscana, come l´intera Europa, era in preda alle glaciazioni.
Qui si ritrovano alberi monumentali di tasso, vecchi centinaia di anni.
Qui, fra le acque limpide del torrente e l´humus fresco della faggeta, appare la sagoma improvvisa e rossa della Salamandrina dagli occhiali, anfibio raro ed endemico dell´Italia.
L´area protetta, istituita ai sensi della LR 49/95 della Regione Toscana, è gestita dal Comune di Montaione ed è inserita nel sistema dei Parchi e delle Riserve Naturali della Provincia di Firenze.
Le sue finalità sono la conservazione delle bellezze naturalistiche presenti e la loro valorizzazione tramite attività di educazione e di turismo ambientale consapevole.
A tal fine è stata ripristinata la rete sentieristica del Parco, dotandola di percorsi attrezzati con segnaletica escursionistica e didattica.
Nel corso degli anni sono stati portati avanti molti altri progetti volti alla conservazione ed alla valorizzazione di questo bellissimo territorio partendo dalle scuole con didattica ambientale e gite da tutta Toscana fino a eventi teatrali, musicali etc...
Proseguono anche per il 2017 le iniziative sia di gestione che di divulgazione in questo luogo unico.


Vedi il sito www.montaionenatura.it

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]